domenica 9 gennaio 2011

Una notte da astrofisico

video

Il filmato qui sopra va visto a tutto schermo dato che è una visione a 360 gradi

E' una ripresa assai curiosa e ci fa vedere, in modo accelerato ovviamente, che cosa succede nel più grande osservatorio astronomico esistente al mondo. E' europeo, gestito dall'ESO (Osservatorio Europeo del Sud) e sta in Cile, nel Cerro Paranal, a circa 3.000 metri di altezza, in uno dei luoghi più secchi e con maggior numero di notti serene all'anno esistenti. 

I telescopi maggiori, che vediamo nel filmato, sono 4 gemelli che insieme formano il VLT, Very Large Telescope. 

Possono lavorare sia singolarmente che tutti e 4 all'unisono; in questo caso "funzionano" come un unico telescopio con un diametro dello specchio  di oltre 20 metri di diametro, mentre gli specchi principali dei 4 telescopi singoli misurano 8.2 metri, ma solo 0,18 di spessore.

Sono quindi parecchio sottili rispetto alla grandezza e, per tenerli nella posizione giusta e non si rompano, sono poggiati su 150 attuatori, che sono semplicemente dei pistoni che si spostano molte volte al secondo di frazioni di millimetro per garantire la perfetta forma agli specchi stessi.

La caratteristica principale di un telescopio è proprio la dimensione dello specchio principale, maggiore è meglio è.... ed il motivo è molto semplice: la luce che arriva dagli oggetti celesti è debole, molto debole, e uno specchio di dimensioni maggiore ha la possibilità di raccoglierla, tanto più quanto è più grande. Sostanzialmente per lo steso motivo per cui quando piove una vasca raccoglie più pioggia di un bicchiere! 

Per vedere più stelle e galassie e/o stelle e galassie apparentemente più deboli possibile perchè più lontane occorre avere specchi più grandi possibile...

Oggi come oggi  si riescono a costrure specchi del diametro massimo di 8-8.5 metri.  Il raggio che vedete uscire da una delle cupole è un laser guida per puntare il telescopio e controllare l'agitazione dell'atmosfera, che influisce sulla bontà delle immagini astronomiche.

Le cupole si muovono per osservare le varie stelle e galassie previste dalla scheda di osservazione della notte. Sono alte una quarantina di metri e le strutture dei telescopi vanno sulle diecine di tonnellate...

Notate come varia il cielo durante la notte, sopratutto la Via Lattea che ruota sulla sinistra.

Costato circa 500 milioni di dollari, inizialmente, ha prodotto in questi anni alcune fra le maggiori scoperte di astrofisica del decennio appena passato.

se volete saperne di più e vedere altre immagini seguite questo link

Nessun commento:

Posta un commento