venerdì 3 febbraio 2012

Tutta la barra a 45 gradi a dritta




 Sembra il timone di un grande vascello dei pirati,  ma è la parte centrale della galassia a spirale barrata NGC 1073, che si trova nella costellazione della Balena (Cetus) . La nostra Galassia, che non possiamo ovviamente fotografare "da fuori" deve essere abbastanza simile a questa, dato che è anch'essa una spirale barrata di notevoli dimensioni. 

L'immagine, molto bella e dettagliata, è appena stata distribuita al pubblico dallo Hubble Space Telescope Institute di Baltimora. 

La presenza di una barra nella maggior parte delle spirali a noi "vicine" pone un problema di interpretazione : come mai se guardiamo indietro nello spazio, e quindi nel tempo, solo 1 su 5 delle spirali ha una barra mentre se guardiamo al passato prossimo, "solo" qualche miliardo di anni, troviamo abbondanza di queste strutture?

 L'idea è che la barra provenga da un'intensa formazione stellare progressiva. In parole più semplici: man mano che il gas si addensa al centro, attirato dalla maggiore massa e dal buco nero gigante che sta proprio li', aumenta il numero di stelle che si distribuiscono lungo quella che a noi pare una barra. 

E ora una bella gita su 1073

video

3 commenti:

  1. Come "pare"? E' un'illusione di qualche tipo?
    Comunque, come mai proprio una e non due(è per fare un esempio)? E poi: la formazione delle galassie oggi è almeno sufficientemente chiara o la componente oscura crea ancora problemi? Ho letto pochi giorni fa che il processo di formazione della galassie ellittiche si accorderebbe sia all'ipotesi della materia oscura, sia a quealla di una legge di gravità modificata... ne sa qualcosa?

    RispondiElimina
  2. Pare significa che è l'ipotesi + accreditata , e anche ben verificata. Per quanto riguarda la diatriba materia oscura gravità modificata direi che la prima al momento vince 5-0

    RispondiElimina
  3. Ho già commentato, ma mi è venuto un dubbio: noi possiamo vedere coi moderni strumenti galassie estremamente lontane, ma fino a quale distanza si può distinguere una specifica stella? Ogni tanto leggendo qua e là sento di studi su una determinata stella in tal galassia e volevo saperne di più sul grado di risoluzione che si può raggiungere. Per caso vi è una correlazione con la lunghezza d'onda della luce utilizzata?

    RispondiElimina