venerdì 9 novembre 2012

Una strana coppia di ballerine



Strana,bella, inquietante, come definireste quest'immagine ?  E' una nebulosa planetaria, fra gli oggetti più belli del cielo. Il suo nome è Fleming 1 e ha due getti di gas e materia simmetrici, pieni di nodi e curve. Un oggetto celeste che ha anche una storia interessante, fu infatti scoperta poco più di un secolo fa da Williamina Fleming, una ex-cameriera assunta dall'Osservatorio dell'Harvard College per le sue innate  attitudini per l'Astronomia!!

Un team di astronomi, utilizzando il VLT (Very Large Telescope) dell'ESO, hanno scoperto che al centro c'è una coppia di stelle in orbita una intorno all'altra . E' un notevole progresso nella comprensione di questi oggetti e delle forme che possono assumere.

L'equipe ha usato il VLT dell'ESO per studiare la luce proveniente dalla stella centrale. Hanno trovato che probabilmente Fleming 1 ospita non una ma due nane bianche al centro, in orbita l'una intorno all'altra ogni 1,2 giorni circa.

La coppia di stelle nel centro della nebulosa è fondamentale per spiegare le strutture osservate. Quando le stelle hanno iniziato a "invecchiare" si sono espanse e per qualche tempo una di queste si è comportata come un vampiro stellare, succhiando materia dalla compagna. Questa materia fluiva verso il "vampiro" circondandolo con un disco, noto come disco di accrescimento. Poichè le stelle erano in orbita l'una intorno all'altra, entrambe interagivano con il disco e lo facevano muovere come una trottola - un tipo di moto chiamato precessione. Ecco come potrebbe essere andata

                                video

Le immagini profonde del VLT hanno portato anche alla scoperta di un anello di materiale nella zona interna della nebulosa pieno di nodi. Tale anello è già stato osservato in altre famiglie di sistemi binari e sembra essere il segno distintivo della presenza di una coppia stellare.

Sentiamo infine perchè questa scoperta è interessante da Anna Wolter, dell'Osservatorio di Brera, Milano, che cura per l'Italia la divulgazione di ESO.

video

Nessun commento:

Posta un commento