martedì 14 maggio 2013

E il Sole continua a fare le bizze


Aggiornamento 14 maggio 2013 ore 11

Un ulteriore forte flare, il più potente registrato da ieri quando già si era visto esplodere il maggiore del 2013. Continua quindi l’attività alla superficie solare, la zona interessata dai forti flares nelle scorse 24 ore, grazie alla rotazione del Sole, sta arrivando nella parte visibile dalla terra, e questo potrà creare qualche problema nelle prossime ore o giorni alle comunicazioni. Specifichiamo che si tratta, eventualmente, di fenomeni limitati e di breve durata, qualche ora al massimo.  Per riassumere stanotte alle 3.37 ora italiana un flare di classe X3.2, il massimo registrato, ieri altri due molto forti ma di minore entità a questo punto, alle 18.09 e 4.17 sempre ora italiana.

Gli esperti Nasa prevedono per le prossime ore un 40% di probabilità per ulteriore attività solare a livelli così intensi. 

Qui sotto l'immagine composta dei tre flares 


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento