lunedì 25 novembre 2013

Anna e la cometa.

L'altra sera la mia amica Anna mi ha chiesto come è fatta una cometa e quanto grande è. 

Una domanda che, fino a pochi anni fa sarebbe stata un po' imbarazzante, dato che delle comete sapevamo tanto ma non avevamo ma avuto una riprova sperimentale. Supponevamo che fossero delle "palle di neve sporche" , come quelle che fanno i ragazzi con l'ultima neve quando magari tirano su sassi e terra, o anche che potevano essere dei "grandi sassi" ricoperti di permafrost, il ghiaccio sottile che sta ad esempio in Siberia o Groenlandia sopra al terreno.

Quando la cometa, dal freddo assurdo dei grandi spazi siderali, andiamo sui - 270 gradi, arriva dalle parti nostre e del Sol, la radiazione e le particelle espulse dal Sole vaporizzano questo ghiaccio e si forma prima la "coma", uno strato  sferico intorno, e poi la coda, lunga anche milioni di chilometri, formata da un numero infinito di granellini di polvere cometaria, della grandezza della polvere che c'è nelle nostre case.

Quanto grande la coda, quanto splendente e così via dipende da caso a caso e non si può proprio prevedere, perché basta un po' di ghiaccio in più o in meno sulla superficie per fare la differenza. 

Oggi delle comete sappiamo proprio tanto, abbiamo fotografato con varie sonde anche il suo nucleo , di pochi chilometri, e catturato e analizzato il materiale di cui sono fatte.

Eccoci quindi con il primo che abbiamo mai visto, il nucleo della Halley, fotografato dalla sonda Giotto il 13 marzo 1986 


Si vede perfettamente la cometa che sta "sbuffando" fuori la polvere sotto l'azione del vento solare. 

Ma quanto grande può diventare una cometa ?  Il nucleo ovviamente resta sempre un grande sasso di qualche kilometro al massimo, ma l'involucro di polvere ? 

Prima di rispondere guardiamo questo splendido filmato della cometa Ison, attualmente verso il Sole, ripreso nei giorni scorsi dalla Canarie. Veramente vale la pena:



La rivedremo a fine mese, quando riemergerà dal suo sorpasso del Sole, forse anche più brillante. 

Per il momento la coda va sui 2 milioni di chilometri, e le sue dimensioni sono quindi molto maggiori della nostra terra, che è sui 12.000 chilometri di diametro. Quindi anche se il nucleo è piccolo piccolo, qualche chilometro, il tutto è molto più grande del nostro pianeta. Qui sotto un'immagine costruita in cui vengono riportati Ison e la Terra in scala.  Il bruco è diventata una farfalla. 


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento