mercoledì 30 gennaio 2013

Notte, Giorno, Luna.

Due video molto belli, da non perdere. Il primo è una nuova compilazione dalla Stazione Spaziale, ci fa vedere come l'alternarsi di giorno e notte sia continuo nella ISS, dato che fa un giro della Terra in poche decine di minuti. 16 volte attorno al nostro pianeta in 24 ore.


Questo secondo invece ci mostra il crescere della Luna, a Wellington, Nuova Zelanda. Il forte teleobiettivo provoca il famoso effetto "Luna enorme" .

  

Buona visione 
             



lunedì 28 gennaio 2013

Freddo? Scaldiamoci così.

Eh si, siamo nel pieno dell'inverno, io sono a NYC e posso assicurarvi che, a parte i -7 gradi il vento è piuttosto tagliente,


Scaldiamoci guardando questa bellissima eruzione solare del 23 gennaio scorso. Un "caldo" saluto dagli USA.

video



domenica 27 gennaio 2013

La Luna ci illude, da sempre.


Quando è "piena", come stasera, e all'orizzonte e vicina ad oggetti che conosciamo: monti, alberi, case etc. la Luna ci sembra molto più grande. E' una sensazione illusoria ovviamente, basta aspettare e , quando dopo un po' è salita in cielo, la vediamo di nuovo "più piccola".  La vera spiegazione di questo problema di percezione non è però mai stata sicura.

Ora due studiosi presentano una nuova spiegazione per l'illusione della Luna grande". Nel modello usato dalla nostra mente il cielo è considerato una superficie spazialmente contigua e geometricamente regolare. Quando un oggetto, come la Luna, rompe la contiguità della superficie,  noi percepiamo un'occlusione della superficie non l'apparire di un punto o oggetto luminoso. La nostra visione binoculare vuole d'altronde che la Luna sia "lontana" e non vicina.

Per risolvere il dilemma e non andare in paranoia il cervello distorce le proiezioni della Luna  traducendo il tutto in un aumento delle dimensioni angolari della luna. Il grado della distorsione dipende dalla distanza apparente al cielo, che è influenzata dagli oggetti circostanti e dalla condizione del cielo.

Ecco qui un breve filmato che ci ricorda sia il fenomeno sia quanto bella è la Luna. 


lunedì 21 gennaio 2013

Ancora acqua a catinelle, consoliamoci con un #video



Vi presento l'unico contento del fatto che da settimane oramai piove e c'è un'umidità bestiale. Simpatico, no ?


Continuando nella consuetudine di iniziare con un bel video rilassante la settimana oggi vi propongo questo, decisamente sopra la media. 

                          
.

domenica 20 gennaio 2013

Una foto che ha dell'incredibile

Una foto che ha veramente dell'incredibile. Un'aurora boreale e della alghe sulla spiaggia, praticamente colonie di batteri, dinoflagellati mi pare, che sono luminescenti di notte. Vedete i piccoli globi luminosi meglio cliccando sull'immagine per ingrandire. 


giovedì 17 gennaio 2013

Nubi di tutti i colori


Bella vero ?  Sta a circa  200 000 anni luce dalla Terra, non molto quindi, nella Grande Nube di Magellano, una galassia satellite della Via Lattea. E' una delle grandi  nubi di gas che in questa galassia  collassano e formano nuove stelle che, appena "accese",  illuminano le nubi di gas di mille colori, dovuti alla temperatura del gas stesso e agli elementi chimici che contiene. L'immagine sopra è di  NASA / ESA Hubble Space Telescope  e ci mostra una parte di LHA 120-N 11 come viene chiamata questa particolare regione della piccola, anche se si chiama "Grande", galassia.

E' una regione particolarmente brillante della Grande Nube e si scorgono nell'immagine sacche di gas e polvere con forte formazione stellare, al centro di questa immagine e a destra.

Ed ora tuffiamoci in questo pezzo di Universo !!

video

mercoledì 16 gennaio 2013

L'Universo in 3 D, che meraviglia.

Il cielo, come lo vediamo sia con gli occhi che con qualunque strumento,  ahimè in 2 dimensioni. Vediamo cioè tutto proiettato su un piano. Peccato. Risalire alle 3 dimensioni è parecchio complesso perché richiede la misura della distanza delle singole stelle e galassie, uno dei parametri più difficili da determinare.

Per esempio questa bella immagine è chiaramente in due dimensioni:   


Si tratta di Melotte 15, una nube bella grossa nella più grande nebulosa" Cuore".  Se un genio delle immagini come J. Metsavaino la prende in consegna però ecco che si anima e che la vediamo in 3D:


Bella vero!! Ovviamente non è utilizzabile per scopi scientifici dato che JM fa delle assunzioni molto forti e arbitrarie, come ad esempio che le stelle più brillanti sono anche più vicine di quelle meno. Ma il risultato ci da comunque un'idea e, perchè no, ci fa sognare. 

martedì 15 gennaio 2013

Pioggia, tempo pessimo, ci meritiamo un altro bel video ;D

Eh già, almeno qui al nord est da giorni è un tempo schifo, tipo questo qui sotto



Ecco quindi un altro bel video di questo "drago" della fotografia di cielo e paesaggio. Da non perdere. Mi raccomando Full Screen e audio, luci spente e sogni d'oro.  


Landscapes: Volume Two from Dustin Farrell on Vimeo.

lunedì 14 gennaio 2013

Il terrore dei cieli è passato inosservato. Anzi....


Apophis, l'asteroide da 300 metri di diametro che per tanti mesi è stato "invocato" dai catastrofisti a pagamento come la vendetta del cielo che ci avrebbe distrutti è passato invece senza problemi a milioni di chilometri dalla Terra. Anzi il passaggio ha permesso un suo studio più approfondito, grazie al fatto che è stato seguito nella sua orbita. Ecco intanto le immagini catturate dal satellite europeo Herschel, in vari colori il 9 gennaio scorso. 


Tornerà nei pressi della Terra nell'aprile 2036 e raggiungerà la minima distanza il 13 aprile di quell'anno.  La nuova orbita che si è potuta tracciare grazie alle misure radar effettuate durante il passaggio dei giorni scorsi ci permettono di dire che non c'è il minimo pericolo per la Terra nel prossimo futuro e Apophis nel 2036 passerà a 31.000 chilometri della Terra. Molto pochi in effetti, ma non sufficienti per permettere all'asteroide, che porta il pessimo nome del demone egizio dell'oscurità e della distruzione, di finire sulla Terra. 

Scoperto nel 2004 ha destato all'inizio preoccupazione per i calcoli, sbagliati, di qualche scienziato che lo aveva visto finire sulla Terra, addirittura nel 2029. 

Il prossimo asteroide che ci passerà (molto) vicino sarà il 2012 DA14. Il 15 febbraio prossimo questa "pietra", che misura circa 45 metri di diametro, passerà infatti a circa 36.000 km dalla Terra. Nessun problema comunque, per la fine del mondo occorre di nuovo aspettare.... 

Ecco Apophis nel suo passaggio nel 9 gennaio scorso, un filmato eccezionale , un grazie a Sloow Project

video

Ed ecco invece qui sotto la simulazione di un impatto con un asteroide di grandi dimensioni. 

sabato 12 gennaio 2013

Settimana pesante, bisogno di 1 minuto di relax ?

Magari prima di affrontare un sabato sera scatenato ?  Ecco qui il filmato che fa al caso vostro. A tutto schermo e con audio a un volume decente. Buon relax !!

giovedì 10 gennaio 2013

Lo volete vedere un video spettacolare ?



Eccolo qua sotto. Con un buon uso di prospettiva, tempistica e obiettivo tele Dan Potter, un famoso funambolo, cammina sul filo fra due picchi delle montagne del Yosemite Park, USA. 
Il video fa parte di un progetto di National Geographic. 

     

sabato 5 gennaio 2013

La bellezza nera venuta dal cielo, mentre su Marte...

E' una bella pietra, proprio bella, sembra quasi un granito o una pietra lavica di un nostro vulcano, invece è un antichissimo pezzo di Marte caduto sulla Terra. Non solo, ma è "pieno di acqua", ne ha almeno 10 volte più delle altre meteoriti marziane che conosciamo.  In pratica è il messaggero di un'epoca in cui il pianeta rosso poteva essere assai più "bagnato" di oggi. 


La "Bellezza nera"  come è stato chiamato, viene ritrovata nel deserto del Sahara nel 2011 e potrebbe  essere il primo esemplare di un nuovo tipo di meteoriti marziani. 

Su Marte intanto Curiosity si è ripreso dalla sbornia di capodanno (  ;DD  )  e la settimana prossima userà per a prima volta il trapano di cui è dotato per "bucare" una roccia marziana e esaminare il campione estratto. 


venerdì 4 gennaio 2013

Non preoccupatevi, non è roba Maya.


E' invece un'immagine composta, onestamente unica nel suo genere, dell' eclissi solare totale del 13-14 novembre 2012 vista dal Queensland.   Mostra il collegamento del campo magnetico tra il disco solare e la struttura coronale, comprese le parti più esterne allungate con l'azione del vento solare.

E' composta da 3 diverse immagini, in 3 diverse lunghezze d'onda prese da un telescopi a terra, e due spazali, Proba 2 di Esa e Soho di Esa Nasa. L'anello blu è dovuto alla foto "convenzionale" Il falso-colore rende bene nell'immagine anche per  il  centro del Sole  ripreso con lo strumento SOHO /EIT in luce UltraVioletta estrema (Fe XV 284 Angstrom per gli appassionati).  

Come si vede in questo modo è stata messo in eccezionale risalto l'operato del campo magnetico, che orienta lungo le proprie linee di forza il flusso del gas dall'interno alle zone più esterne. 


giovedì 3 gennaio 2013

Un ultimo sguardo al 2012

Inguaribili esteti non riusciamo a staccarci dalle più belle immagini del 2012.....  Buona visione  

        

Alle Canarie, 1 anno fa esatto  si vedevano le "stelle cadenti" Quadrantidi, come speriamo succederà stanotte.






martedì 1 gennaio 2013

Anche il Sole ieri ha fatto i fuochi

Ieri, 31 dicembre, il Sole ha voluto lasciare il 2012 con dei fuochi artificiali molto particolari...  In questo filmato ottenuto dalla sonda di Nasa SDO vediamo 4 ore di eruzione, ovviamente compattate, che hanno chiuso il 2012 solare.